avana dapoxetine
Giovedì, 27 Aprile, 2017
   
Text Size

Ricerca Automatica Avanzata

Striscie blu e multe in rivolta i cittadini

strisceblu.itCittadini "investiti" dalle strisce. Quelle blu, in questo caso. Ed è rivolta sulla gestione dei parcheggi a pagamento. Tanti, troppi secondo i parabitani che lamentano di non avere nemmeno il tempo di pagare il ticket del posteggio, 0.60 centesimi orari, che sul parabrezza dell'auto fa già capolino la temuta multa della Vigeura Srl, l'azienda locale che dal 2012 si occupa della gestione delle aree adibite a sosta a pagamento per conto del Comune.

 

Una tolleranza zero, unita ad alcune presunte "forzature sull'orario di arrivo dei veicoli" e alla sorda intransigenza di alcuni ausiliari del traffico, che fa indignare anche gli esercenti, danneggiati a loro dire da "un massacro" di verbali e sanzioni perpetrati tra via Coltura, via Impero e limitrofi, nel cuore commerciale della città.

 

In attesa di una già annunciata raccolta firme, a scendere in campo oggi è anche l'opposizione, col gruppo Cambiamo Insieme che segnala l'esistenza di alcuni strumenti di tutela dei cittadini mai applicati. Nel capitolato d'appalto con la Vigeura, avverte il consigliere Alberto Cacciatore, è prevista anche l'istituzione di ticket convenzionati con due sezioni staccabili, una da lasciare sul cruscotto dei veicolo e l'altra da presentare al commerciante convenzionato che rimborserebbe così al cliente l'intero importo del biglietto. Il commerciante, poi, con cadenza mensile, dovrebbe chiedere alla ditta la fattura degli importi pagati dai propri clienti. «Se l'automobilista sosta per un tempo superiore rispetto a quello per cui ha pagato – aggiungono ancora da Cambiamo Insieme – il Comune dovrebbe chiedergli solo la differenza e non punirlo con pesanti contravvenzioni come invece avviene, a maggior ragione perché questa volontà è stata prevista in fase di gara.

 

Ci chiediamo perché il gestore proceda con un atteggiamento difforme dal previsto, sanzionando violazioni al Codice della Strada che lo stesso Ministero dei Trasporti asserisce non essere sanzionabili». Sul tavolo di discussione ci sono poi i già sollecitati "grattini" e le tessere a scalare che eviterebbero l'incresciosa caccia alle monetine, la cui ricerca porta nel frattempo gli ausiliari a sanzionare l'utente. «Abbiamo inoltrato al Presidente del Consiglio due ordini del giorno sull'argomento» , affermano Alberto Cacciatore, Antonio Prete e Maria Concetta Toma annunciando battaglia nel prossimo consiglio comunale.


Fonte: Daniela Palma - Nuovo Quotidiano di Puglia

Written by :
Daniela Palma
 
Commenti (1)add comment

ennio laterza said:

ennio laterza
...
Presto il sistema sarà rivoluzionato
 
gennaio 27, 2016
Voti: +2

Scrivi commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy

Login Form

cialis soft 20mg
Designed by Globat Directory