avana dapoxetine
Giovedì, 27 Aprile, 2017
   
Text Size

Ricerca Automatica Avanzata

 

logoparco

 

Archeologia e Natura


nel cuore del Salento

 
Il Parco   Come Arrivare   Mappa   Didattica   Foto  

Contatti

 

 

area_ristoro_parcoPresso il Parco archeologico è possibile fruire su richiesta di percorsi e laboratori didattici.

 

Ciò che la cooperativa “il Cantiere” si propone di fare con questo progetto è di guidare il ragazzo nell’inserimento di questi spazi culturali per cercare di rendere fruibili ai suoi occhi l’arte del nostro territorio e la cultura, attraverso laboratori sperimentali sia durante le attività didattiche, sia in orari aggiuntivi.

 

 

Le possibilità sono:

 

I seminari ed i percorsi monotematici, indicati per tutte le scuole, ricchi di approfondimenti utili alla comprensione delle materie scolastiche e di orientamento; i seminari sono percorsi da svolgersi in più giornate per approfondire la conoscenza dell'archeologia, archeologia sperimentale, evoluzione dell'uomo, le tecnologie preistoriche, il restauro, l'arte antica, ecc.; gli incontri monotematici sono incontri spot adatti anche a giornate di approfondimento culturale, con proposte di eventi adatti al percorso di studi dei diversi istituti.

 

 

Le gite scolastiche, aperte a tutte le scuole di ogni ordine e grado, dalle materne alle superiori, da svolgersi presso il parco ed il museo archeologico di Parabita della durata di una giornata o mezza giornata, per immergersi nella realtà scientifica del sito archeologico e comprenderne la storia grazie all'archeologia sperimentale.

 

 

Le giornate delle materne, sono laboratori ludico educativi da svolgersi presso la scuola materna e/o il parco archeologico e i musei, per imparare giocando un pochino di archeologia.

 

 

 

 

 

Moduli di didattica:

 

 

 

VISITA AL PARCO ARCHEOLOGICO E MUSEI

 

DURATA MODULO: fino 5 ore

 

CONTENUTI: Visita agli scavi archeologici ed ai musei che contengono al loro interno, una stanza dedicata alla raccolta di notizie sulla storia archeologica nel territorio di Parabita: piante, foto, disegni e produzione ed inoltre, raccolgono oggetti relativi alle attività lavorative tradizionali e alla vita che si svolgeva in famiglia e nelle case di un tempo. Gli scavi musealizzati e visitabili sono ciò che rimane di un antico abitato neolitico, sono visibili gli scavi di fondazione di capanne, alcune strutture di combustione e altre strutture quali pozzetti e buche di palo. Alcune facilitazioni per la comprensione del sito sono la pannellistica, staccionate, recinti posizionati in prossimità degli scavi.

 

 

 

LO SCAVO ARCHEOLOGICO SIMULATO

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): Dopo una prima introduzione sullo scavo archeologico in cui si spiegano i concetti di stratigrafia, scavo scientifico, struttura e documentazione, gli alunni entrano nella trincea di scavo simulato. La trincea di scavo presenta una serie di strutture archeologiche ricostruite coperte da terra, in cui vengono inseriti frammenti di reperti e frammenti di manufatti ricostruiti. Qui inizia la vera e propria attività di scavo della trincea con gli strumenti propri della pratica archeologica. Nel caso di rinvenimento di strutture si dovranno dedicare allo svuotamento delle stesse ed a un'accurata pulizia dell'area, mentre nel caso di rinvenimenti di reperti questi verranno raccolti in sacchetti trasparenti per poter essere analizzati in seguito. Una volta asportato tutto lo strato di terreno soprastante e pulito il fondo della trincea si provvederà alla documentazione grafica della stessa, per finire con l'analisi delle diverse tipologie litiche, ceramiche o di reperti organici presenti in uno scavo preistorico.

 

 

 

IL RESTAURO ARCHEOLOGICO

 

DURATA DEL MUDULO : fino a 5 ore

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): cenni di teoria del restauro archeologico, tecniche di conservazione dei differenti reperti e relativa conoscenza dei materiali, laboratorio per sperimentare direttamente le fasi del restauro di vasi neolitici e il primo intervento sui reperti, approccio al restauro conservativo e al suo significato, conoscenza delle tecniche di conservazione dei reperti in situ fino al restauro in laboratorio, riconoscimento dei materiali e delle

 

metodologie di intervento, concretizzare le conoscenze apprese durante la fase sperimentale.

 

 

 

LABORATORIO DI CERAMICA PREISTORICA

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): La nascita della ceramica nel neolitico: un nuovo materiale profondamente innovativo. Per facilitare l'apprendimento della funzione e delle tecniche di produzione delle varie forme ceramiche utilizzate dagli antichi, i ragazzi realizzeranno alcune delle forme vascolari più importanti attraverso l'antica tecnica del colombino.

 

 

 

EVOLUZIONE DELL’UOMO

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): Il lungo percorso evolutivo umano dai primi ominidi all’uomo del Neolitico. Le proprietà della selce, il suo reperimento, metodi e tecniche di scheggiatura adottate dai cacciatori-raccoglitori paleolitici e dagli agricoltori neolitici. Descrizione dei differenti strumenti di pietra e la loro funzione. La parte teorica sarà affiancata da una breve dimostrazione di archeologia sperimentale dedicata alla produzione di alcuni strumenti in selce.

 

 

 

I PIGMENTI ANTICHI

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore.

 

CONTENUTI : identificazione e reperimento dei pigmenti in antico, classificazione dei materiali organici e inorganici per l'ottenimento del colore, i leganti naturali per l'uso dei pigmenti, esperienza di creazione del colore dalle materie prime e realizzazione di figure o simboli su carta o tessuto, pittura corporale facoltativa (mani e viso). La lezione è arricchita da nozioni sull'arte parietale preistorica e sulla simbologia dei colori.

 

 

 

IL CIBO

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore.

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): dopo una prima introduzione teorica riguardante la nascita dell'agricoltura, le tecniche di coltivazione e la visione di alcuni strumenti neolitici utilizzati per la lavorazione del terreno, i ragazzi impareranno a riconoscere le diverse specie di cereali e le qualità antiche. In seguito avvalendosi di rudimentali macine in pietra locale produrranno farina. Quest'ultima verrà utilizzata per impastare un panetto azimo da far cuocere su una lastra di pietra arroventata. L'attività è affiancata alla visione dell'orto sperimentale, dove sono stati in precedenza seminati cereali antichi e moderni.

 

 

 

INTRECCI E FIBRE TESSILI

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore.

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): evoluzione delle metodologie di reperimento di materia vegetale, la scoperta delle fibre tessili vegetali e loro utilizzo, archeologia del telaio e confronti etnografici, osservazione e studio degli elementi che compongono un telaio verticale a pesi con esercizio di tessitura, utilizzando un telaio elementare costruito sulla base di evidenze archeologiche. Laboratorio di tessitura su ricostruzioni in scala ridotta dei telai verticali.

 

 

 

LA SPIRITUALITA’ NELLA PREISTORIA

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore.

 

CONTENUTI: la spiritualità tradotta nel rito e nell'espressione artistica, il culto della dea madre nella preistoria. La creazione di manufatti votivi, l'uso simbolico del colore e conoscenza dei metodi di reperimento delle materie prime e procedimenti per l'utilizzo. Durante la fase sperimentale gli allievi concretizzano le nozioni apprese.

 

 

 

IL SUONO

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore

 

CONTENUTI: la nascita del suono e del ritmo nell’antichità, l’interpretazione dei suoni della natura e la scoperta delle note. Avvalendosi di strumenti musicali etnici, che si avvicinano ai modelli preistorici rinvenuti negli scavi, si producono momenti di animazione in cui sperimentare suoni e ritmi antichi, far capire agli allievi come i rumori ed i suoni, naturali ed artificiali, vengano percepiti ed elaborati nella mente umana; come diventano ritmo e come questo si trasforma in musica e quindi in danza: in che momenti, per quali riti, con quali finalità.

 

Louis Vuitton Handbags UK

 

LA CAPANNA NEOLITICA

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore.

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): il ruolo di un'abitazione neolitica e le sue caratteristiche costruttive, reperimento del materiale per la costruzione di una capanna neolitica in scala ridotta, selezione del materiale in base alla funzione strutturale, montaggio e costruzione della struttura portante, delle pareti e della copertura.

 

 

 

FORNI E FORNACI

 

DURATA DEL MODULO: fino a 5 ore.

 

CONTENUTI (adattati per ogni grado di istruzione): le strutture di combustione preistoriche ed il loro utilizzo differenziato in base allo scopo (la cottura del primo pane, la cottura della carne, la fornace per la cottura della ceramica) ed al loro funzionamento; l'esperienza di costruzione di un piccolo forno a ciottoli arroventati o di un forno per la cottura del primo pane, la ricerca del combustibile per l'utilizzo della struttura.

 

 

Michael Kors Outlet UK

 

 

Incontri Tematici

 

 

DESTINATARI: le scuole primarie di primo e secondo grado e le secondarie.

 

E’ possibile richiedere due o tre incontri presso le sedi scolastiche in preparazione della visita al Parco Archeologico. Tali incontri hanno lo scopo di apprendere e o approfondire il Paleolitico ed il Neolitico, di assistere alla presentazione del sito archeologico, alla descrizione degli scavi archeologici e alla storia degli scavi stessi, alla descrizione delle ricostruzioni delle strutture, fino alle tematiche archeologiche più vicine al piano didattico scolastico, al fine di arrivare alla giornata dell’uscita formativa meglio preparati ai laboratori di archeologia sperimentale che proponiamo in accordo con il corpo docenti.

 

Cheap polo ralph lauren

 

 

 

 

In più offriamo un Quadro completo delle attività ludico-educative che possono effettuarsi nei siti suddetti:

 

 

1. Giornata dedicata alla cura, alla raccolta e alla preparazione dei frutti dell'orto neolitico.

 

I partecipanti assisteranno al risveglio del villaggio con il saluto al Sole e alla Natura, quindi le prime attività saranno rivolte alla preparazione dell'orto utilizzando attrezzi agricoli neolitici, verranno successivamente seguiti nell'operazione di macinazione dei cereali essiccati e di impasto del pane. Infine divisi in grandi e piccoli avranno il compito di allestire i forni per la cottura del pane: un gruppo si occuperà del reperimento dei materiali utili alla costruzione di un "forno a ciottoli arroventati" ed al secondo gruppo verrà affidata la costruzione vera e propria del forno. Insieme accenderemo il forno e cuoceremo il pane.

 

 

2. Giornata dedicata alle attività dello sciamano del villaggio e alla fabbricazione di strumenti per la caccia.

 

I partecipanti prepareranno la maschera ed il costume dello sciamano ed insieme praticheremo antiche danze e rituali preistorici. Rievocazione preistorica di antichi rituali nel villaggio delle case rettangolari. Giochi e incontri con personaggi del passato. Danza e natura: Creare esperienze per ridestare lo stupore nei confronti di un mondo meraviglioso e in gran parte sconosciuto, attingendo dalle qualità degli elementi naturali: Terra Acqua, Fuoco, Aria. Incontri tra corpo, danza e natura per riportare i bambini e i ragazzi in contatto con gli elementi naturali per favorire in modo non convenzionale l'espressione creativa ed emotiva.

 

Nel pomeriggio saremo impegnati nell'assemblaggio delle varie parti che compongono uno strumento da caccia, ottenute mediante la tecnica di scheggiatura della pietra.

 

 

3. Giornata dedicata alla preparazione e alla cottura di vasi e monili d'argilla.

 

I partecipanti avranno la possibilità di sperimentare le antiche tecniche di foggiatura del vasellame in argilla e riprodurre una scodella neolitica su modello di quelle trovate nello scavo archeologico neolitico. Mentre i più piccoli provvederanno alla ricerca dei legnetti, i più grandi prepareranno il forno per la cottura della ceramica. Insieme accenderemo il fuoco e aspetteremo la cottura dei vasi.

 

 

4. Giornata dedicata al mestiere dell'archeologo.

 

L'ultimo appuntamento ci permetterà di capire il mestiere dell'archeologo attraverso le attività di indagine quali l'osservazione della superficie del terreno, per identificare le tracce lasciate dall'uomo del passato, e lo scavo archeologico vero e proprio all'interno della trincea, per il recupero dei reperti e delle strutture riprodotte in scala. I partecipanti prenderanno visione dei veri reperti archeologici trovati negli scavi a S.Andrea, e grazie ai laboratori affrontati nei vari appuntamenti comprenderanno i diversi materiali e le relative tecniche di fabbricazione degli stessi.

 

 

5. Giornata dedicata alle attività ludiche.

 

Caccia al tesoro, Il percorso è stato ideato tenendo conto delle esigenze di gruppi numerosi e della eterogeneità dei fruitori dei centri estivi in visita al Parco Archeologico.

 

La differenza d’età dei partecipanti permetterà di creare gruppi misti specializzati in 4 categorie sportive che gareggeranno alle Neo Olimpiadi.

 

Le specialità neo olimpioniche prendono spunto dal contesto storico in cui vengono svolte cercando di coniugare l’attività fisica e ludica con lo spirito di gruppo nel rispetto dell’ambiente e dell’area musealizzata.

 

Il tiro alla fune intrecciata, il lancio del peso da telaio, la corsa col sacco di iuta, il ruba pozzetto, saranno alcune delle attività ludiche in programma. Inoltre, Le marionette raccontano le storie di Parabita: tramite l’utilizzo di un teatrino con personaggi storici verranno illustrati vari aspetti della vita quotidiana di Parabita, nelle diverse epoche.

 

Per info e prenotazioni contattare:

Cosimo Resta 349/3608169

 

 

Pandora Sale


 

 

Login Form

cialis soft 20mg
Designed by Globat Directory